Serbia e Bosnia-Herzegovina: testimonianza e bellezza

Viaggio Esperienziale

A partire da: 440 Euro

Durata:  8 giorni / 7 notti

Prossima partenza: 7 luglio 2019 

Serbia e Bosnia-Herzegovina: testimonianza e bellezza

Viaggio Esperienziale

A partire da: 440 Euro

Durata:  8 giorni / 7 notti

Prossima partenza: 7 luglio 2019 

livello di difficoltà

specifiche

Non si segnalano particolari tratte a piedi. Il percorso è comunque svolto su mezzi pubblici, treni e bus di linea con biglietti acquistati sul posto e orari non sempre precisi. Pernottamenti in ostello. Clima continentale.

Tra il 1991 e il 1995 si consumò nei territori dell’ex-Jugoslavia l’ultimo grande conflitto bellico europeo. Una storia quasi sconosciuta che avvenne a due passi dal confine italiano. Con questo viaggio ci proponiamo di visitare questa regione storicamente ricchissima, da visitare on the road. Partiremo da Belgrado, capitale della ex-Jugoslavia, oggi Serbia, e finiremo a Sarajevo, capitale della Bornia-Herzegovina, concentrandosi sui luoghi più importanti della guerra che portò alla disgregazione della federazione. Belgrado e Sarajevo, due città nelle quali è ancora possibile vedere i fori dei proiettili nei muri delle case, ma anche due città giovani e vitali per la vita notturna e la cultura. Visiteremo Mostar in treno, il cui ponte era “il segno dell’appartenenza e dell’alleanza tra mondi che si volevano a tutti i costi separare”. Visiteremo Srebrenica, una città diventata cimitero storico, a memoria del fallimento dell’Occidente nel tutelare le popolazioni civili. Andremo alla ricerca dei luoghi di Tito, sia a Sarajevo che fuori. Un’esperienza catartica a contatto con testimoni di guerra, ma che ci porterà anche ad attraversare luoghi bellissimi sia dal punto di vista naturale che architettonico. Alloggeremo in ostello e ci muoveremo con mezzi pubblici (tra Belgrado e Sarajevo e la tratta Sarajevo-Mostar) ma faremo anche tanti tour privati con una guida locale (in lingua inglese) per capire davvero cosa è accaduto. Alla fine del viaggio ci sarà anche la possibilità di partecipare gratuitamente (vitto e alloggio forniti da Emmaus International) ad un campo di volontariato a Potocari – frazione di Srebrenica, dove aiuteremo a ricostruire la città.

Pernottamento di 7 notti in ostello (possibile upgrade da dormitorio a stanza privata secondo disponibilità)

Accompagnatore dall’Italia

Trasferimenti:

  • Transfer in pullman Belgrado-Sarajevo
  • Viaggio in treno Sarajevo-Mostar-Sarajevo
  • Trasferimenti da e per stazione degli autobus.

Tour:

  • Tour di gruppo a Belgrado: la Belgrado comunista
  • Tour privato a Sarajevo: la guerra e l’assedio
  • Day tour privato a Srebrenica
  • Tour al Bunker di Tito

Ingressi:

  • Museo della Fortezza di Belgrado
  • Sarajevo: museo del tunnel, childhood museum
  • Bunker di Tito
Tutti i pasti

Transfer dall’aeroporto di Belgrado al centro cittadino (circa 2,5 Euro da pagare in loco)

Gli eventuali ulteriori spostamenti dopo la fine della viaggio accompagnato: una volta tornati a Sarajevo, il Giorno 7, ogni viaggiatore potrà decidere in autonomia se prolungare la permanenza presso il campo di volontariato di Potocari gestito da Emmaus Francia, rientrare in Italia, o spostarsi a Spalato per proseguire con un tour della costa dei Balcani o un soggiorno al mare.

L’itinerario con accompagnatore dall’Italia finisce a Sarajevo, il giorno 7. Da questa città, si consiglia di estendere la permanenza a Potocari (Srebrenica), dove Emmaus International implementa nel Luglio di ogni anno una serie di attività in collaborazione con la municipalità di Srebrenica: rinnovo degli arredi urbani, pulizia dei fiumi e laghi, ma anche workshop sui processi di bace e peace building. I posti sono limitati, perciò si consiglia di richiederci quanto prima la prenotazione. Il vitto e l’alloggio presso il campo di lavoro sono gratuiti.

Altre estensioni comprendono il proseguimento dell’itinerario verso la costa, con arrivo a Spalato e, da lì, un eventuale tragitto attraverso le meravigliose coste dei balcani.

Le temperature in Luglio hanno una media di 25 gradi. Questa parte dei Balcani alterna il clima continentale, con estati molto afose, delle pianure a passaggi in quota e città più fresche, come la stessa Sarajevo, dove, grazie all’altitudine, ci sono brezze e qualche precipitazione rinfrescante. Aspettatevi lo stesso clima che in una regione pre-appenninica italiana.   Queste regioni non presentano alcun rilevante problema di sicurezza personale e di gruppo, ma ricordiamo che si tratta di un viaggio in pullman e ostelli, con eventuali estensioni in campo di volontariato: si raccomanda quindi un bagaglio adatto!

L’ITINERARIO

GIORNO 1

Arrivo a Belgrado e visita del Parco e della Fortezza belgrado chiesaPartiremo da Roma alle 9:30 con il volo della mattina di Airserbia alla volta di Belgrado, la capitale della Serbia ed epicentro del conflitto Jugoslavo del 1991- 1995. Arrivati all’aeroporto per le 11.00, prenderemo la navetta per il centro (il biglietto dovrà essere pagato in loco e costa 300 Rsd circa 2,5 euro). Dopo esserci sistemati nel nostro ostello ed esserci un attimo rifocillati, puliti e stirati, faremo un giro della città. Andremo al parco Kalemegdan, dove troneggia la fortezza, alla confluenza del Sava e del Danubio, un luogo emblematico che testimonia 2000 anni di storia: dalle tombe romane ai bunker di Tito. Per chi vorrà, ci sarà la possibilità di visitare il museo delle armi da guerra (entrata compresa nel prezzo). Dopo la visita alla fortezza, ci potremmo riposare in uno dei bar del parco e decidere cosa fare in serata. Belgrado è una città vivissima e giovane, con molti ristoranti ottimi e locali economici.

GIORNO 2

Tour della Belgrado Comunista Belgrado vistaOggi ci alzeremo con calma e avremmo un po’ tempo prima dell’inizio del nostro tour sulla storia della Belgrado comunista, che comincerà a mezzogiorno da Piazza della Repubblica. Qui incontreremo la nostra guida, per vivere un percorso storico di 50 anni sulla Ex-Jugoslavia. Impareremo della difficile fine della monarchia e della transizione alla repubblica socialista e visiteremo il parlamento dal quale iniziò la rivoluzione che portò alla rovina di Slobodan Milošević. Il tour, compreso nel prezzo di viaggio, terminerà al museo della storia Jugoslava, dedicato principalmente alla figura di Josip Broz Tito. All’interno del museo c’è anche il mausoleo del capo di stato, chiamato “La casa dei fiori”. Anche per questa sera, sarà interessante cercare cibo ed intrattenimento locali.

GIORNO 3

Questa giornata è dedicata agli spostamenti. Data l’impossibilità di avere accesso a orari fissi, Elena, la vostra accompagnatrice, vi comunicherà gli orari direttamente a Belgrado. Il prezzo dell’autobus e degli spostamenti per arrivare alla stazione degli autobus di Belgrado e quelli tra la stazione di Sarajevo e l’ostello sono compresi nella quota.

GIORNO 4

sarajevoVisita a Sarajevo, i tunnel e le testimonianze di guerra Dopo un viaggio così, la mattina ce la prenderemo libera per scoprire un po’ la città con il gruppo. Sarajevo è una città piena di vita, un simbolo dell’incontro tra l’Ovest e l’Est dell’Europa: l’Impero Bizantino, quello Ottomano, Roma, Venezia, Vienna, tutte le influenze sono visibili nell’architettura, nella cultura e nella brulicante e giovane vita cittadina. All’una, dopo aver mangiato, incontreremo la nostra guida locale, per una visita che vi porterà a conoscere i principali eventi che portarono al conflitto e all’assedio di Sarajevo, il più lungo assedio della storia moderna. Capiremo in varie tappe come vivevano i cittadini questo disastroso evento e visiteremo, tra gli altri il museo del Tunnel e il War Childhood Museum (ingressi compresi). Tour privato (in mini van) di circa 5-6 ore.

GIORNO 5

Day tour a Srebrenica e incontro con i testimoni nel giorno dell’anniversario del massacro SrebrenicaIl programma prevede un visita di un giorno a Srebrenica, dove parteciperemo alla commemorazione del massacro avvenuto l’11 Luglio del 1995. In quel giorno di 24 anni fa, 8000 musulmani bosniaci persero la vita per mano dell’Esercito della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina. In questa occasione oltre che a pagare i nostri rispetti alle tombe delle vittime potremmo incontrare testimoni e sopravvissuti della guerra e confrontarci con loro. Il tour, in van privato, partirà da Sarajevo alle 8. É prevista la visita al cimitero di Potocari, alla base militare delle Nazioni Unite e il museo del genocidio di Srebrenica. La durata del tour è di circa 12 ore, sono inclusi degli snack nel prezzo ma non il pranzo che può essere o ad un ristorante o al sacco (che può essere acquistato in giornata) a seconda della vostra convenienza.

GIORNO 6

Il bunker di Tito Oggi andremo a scoprire il segreto mondo sotterraneo di Josip Broz Tito, un leader carismatico ma anche uno dei più controversi del ventesimo secolo. Scopriremo insieme alla nostra guida i vari aspetti della vita del politico e la differenze tra la perfetta immagine di leader politico che propagandava e la più che imperfetta vita privata. In questo tour privato visiteremo il suo bunker che fu costruito durante la guerra fredda e scopriremo perché fu costruito, come fu usato e cosa vi accadde durante gli anni che portarono al collasso della Jugoslavia. Partiremo da Sarajevo per le 8 di mattina e torneremo verso l’una. Il resto della giornata la potrete passare in relax, magari discutendo della guerra, magari cercando di distrarvi.

GIORNO 7

Mostar sarajevo-mostarDue ore di viaggio collegano la capitale della Bosnia a quella dell’Herzegovina con uno dei percorsi in treno più belli d’Europa e dei Balcani. La ferrovia si inerpica sulle montagne e attraversa il ripido passo di Ivan, seguito dalla gola del fiume Neretva: il percorso è un’opera ingegneristica notevole, dove il treno si arrampica sulle montagne, con viadotti, tornanti e gallerie. A Mostar visiteremo la città prima di rientrare in serata a Sarajevo. Mostar poi è un piccolo gioiello: nota per il celebre Stari Most, il Ponte Vecchio, struttura ad arco restaurata originaria del Medioevo, Mostar è un paese di vicoletti ricchi di negozi e bancarelle. Una scaletta stretta conduce fino al minareto della moschea Koski Mehmed-Pasha, che offre una veduta panoramica della città.   bosnia

GIORNO 8

Rientro in Italia o estensione su Spalato (Croazia) per il mare o, in alternativa, al campo di volontariato di Potocari (Srebrenica) L’itinerario con accompagnatore dall’Italia finisce a Sarajevo, il giorno 8. Da questa città, si consiglia di estendere la permanenza a Potocari (Srebrenica), dove Emmaus International implementa nel Luglio di ogni anno una serie di attività in collaborazione con la municipalità di Srebrenica: rinnovo degli arredi urbani, pulizia dei fiumi e laghi, ma anche workshop sui processi di pace e peace building. I posti sono limitati, perciò si consiglia di richiederci quanto prima la prenotazione. Il vitto e l’alloggio presso il campo di lavoro sono gratuiti. Altre estensioni comprendono il proseguimento dell’itinerario verso la costa, con arrivo a Spalato e, da lì, un eventuale tragitto attraverso le meravigliose coste dei Balcani. Per chi, invece, volesse tornare in Italia è previsto il rientro in aereo.

VEDI LA MAPPA DELL'ITINERARIO

mappa bosnia

Chi e’ il coordinatore di questo viaggio?

Elena Erizi

Elena Erizi

Coordinatrice, esperta di Oriente

Ho scoperto la Bosnia a 20 anni, nel primo viaggio al di fuori dell’Europa Occidentale, e me ne sono innamorata. Il rapporto con questo paese ha influenzato molte scelte importanti della mia vita, come la decisione di intraprendere una specializzazione in risoluzione di conflitti. E’ un paese magico, nato da un crocevia di culture e ancora oggi in continua evoluzione; ogni volta che ci torno appare diverso, ma l’anima delle persone, il loro calore nell’accoglierti e il loro divertirsi è sempre lo stesso. Il mio obiettivo è mostrare ciò che è accaduto durante il conflitto, per dare voce ad un paese che è stato straziato nel silenzio, ma anche, e soprattutto, mostrare la forza, il coraggio e la bellezza della Bosnia multietnica e multireligiosa, dove, chiunque tu sia, puoi sentirti a casa.

Info e prenotazioni

Scrivi a info@chameleonviaggiatore.com - telefona al 339 634 1804 - Contattaci subito attraverso il form qui sotto, senza impegnativa:

Consenso al trattamento dei dati

13 + 8 =

Altre suggestioni

La cucina del mondo: imparare, ridere, mangiare.

C’è chi torna a casa con statuette, chi con calamite, con noi tornerete a casa con il souvenir perfetto: ricette. Scegliete la destinazione e al resto pensiamo noi.

Festival della birra Dolomiti luglio 2019

A partire da: 240 Euro

Durata: 4 giorni / 3 notti

Date: 18-21 luglio 2019

Weekend a Istanbul con i piccoli

A partire da: 260 Euro a famiglia (2 adulti + 1 bambino)

Durata: 4 giorni / 3 notti

Prossima partenza: 14 Marzo 2019 da Roma.

Brasile delle meraviglie: foresta amazzonica, rio de janeiro, cascate di iguazu

Prezzo: 2649 Euro

Supplemento singola: 650 Euro

Durata: 12 giorni / 11 notti + 2 di volo

Date: dal 17 al 30 agosto 2019 

Giordania capodanno

A partire da: 1090 Euro

Durata: 10 giorni / 9 notti

Partenza: 27 Dicembre 2018

Sagra del totano 2019 a Capraia

256 Euro 

Durata: 3 giorni / 2 notti

Date: dal 1 al 3 novembre 2019

trekking sul cammino materano settembre 2019

470 Euro volo incluso

Durata: 5 giorni / 4 notti

Date: dal 18 al 22 settembre 2019 da Pisa

Festival della birra Dolomiti luglio 2019

A partire da: 240 Euro

Durata: 4 giorni / 3 notti

Date: 18-21 luglio 2019

Barcellona. Si prega di toccare, grazie!

A partire da: 420 Euro per adulto e 200 per bambini fino a 12 anni.
Durata: 4 giorni / 3 notti
Prossima partenza: 25 Aprile 2019.

Il cammino dei briganti

Prezzo: 590 Euro tutto incluso

Durata:  6 giorni / 5 notti

Partenza: 20 ottobre 2019 o personalizzata per 6+

La meravigliosa primavera norvegese

A partire da: 1114 Euro
Durata: 6 giorni / 5 notti
Prossima partenza: 30 maggio 2019 da Bologna.

Esperienza Zanzibar: mare, cultura e natura

Prezzo a partire da: 720€ per hotel 3 stelle, 1250€ per hotel 5 stelle.

Mezza pensione compresa.

Durata: 10 giorni/9 notti