COSTA RICA PARCHI E BALENE

Viaggio Ecoturismo

A partire da: 1600 Euro 

Durata: 14 giorni / 14 notti

Partenza: 16 luglio 2019

COSTA RICA PARCHI E BALENE

Viaggio Ecoturismo

A partire da: 1600 Euro

Durata: 14 giorni / 14 notti

Partenza: 16 luglio 2019

La Costa Rica è il primo paese al mondo per l’eco-turismo: non solo possiede il 4% della biodiversità mondiale e ha un territorio coperto per più del 20% da parchi nazionali, ma è anche una nazione che vanta un consumo energetico proveniente al 99% da fonti rinnovabili. La Costa Rica è un luogo dove la gente ti sorride sempre e comunque, un posto abbastanza grande da poter contenere quanto di più spettacolare il tropico può offrire, ma sufficientemente piccolo per poter viaggiare in un solo giorno da un oceano a un altro. Un Paese con torrenti, cascate, acque termali, selve vergini impenetrabili, vulcani attivi, con più animali, fiori e piante di quanti tu possa immaginare. Un paese dove, in luglio, avremo la fortuna di incontrare le balene e le tartarughe, attraversare giungle di mangrovie piene di uccelli e farfalle, bagnarsi nelle acque termali, ma anche starsene stesi su un’amaca tra due palme lambite dal mare ascoltando reggae e calypso oppure  passeggiare sulle lunghe battigie bagnate dal Pacifico. Pura Vida!

Nota: il viaggio è quotato per un gruppo di 11 persone, che sarà cura di Chameleon costruire, e partirà con accompagnatore dall’Italia e minivan privato con conducente. Le strutture scelte e le attività quotate nel prezzo totale, come l’avvistamento delle balene, sono portate avanti da piccoli operatori locali. Per conoscere la vostra accompagnatrice, scorrete alla fine della pagina.

Transfer dall’aeroporto internazionale Santamaria (SJO) all’hotel Country Inn – San José Transfer per l’aeroporto internazionale Santamaria (SJO) dall’hotel Colonial – San José Noleggio per tredici giorni minivan con conducente dotato di copertura assicurativa Full Cover – Alamo. Un (1) pernottamenti con colazione all’hotel Country Inn – San José Due (2) pernottamenti con colazione all’hotel Miss Junnie Tre (3) pernottamenti con colazione all’hotel Downtown – La Fortuna Quattro (4) pernottamenti senza colazione a Loma Linda House – Manuel Antonio Due (2) pernottamenti con colazione a Cabinas Pura Vida – Bahia Drake Un (1) pernottamento con colazione all’hotel Colonial – San José Pasti come da programma (9 colazioni + 1 pranzo al sacco + 1 cena) Tour Arenal Natural Night Hike: comprende guida, torce elettriche e cena. Whale Watching Tour. Comprende: transfer, guida, uscita in mare per avvistamento balene, pranzo al sacco e Playa San Josecito. Durata 5 ore Imposte hotel. Accompagnatore dall’Italia e assistenza h24
Trasporto aereo. Assicurazione medica (fortemente consigliata, poiché la sanità è discreta nel paese, ma è a pagamento) Entrate ai parchi nazionali di Tortuguero e Manuel Antonio ($ 15.00 p.p.) Costo passaggio barca per Tortuguero (1.600 colones, circa $ 3.00 a tratta p.p.) Costo passaggio barca per Bahia Drake ($ 20.00 a tratta p.p.) I pasti non espressamente indicati come compresi. Imposta di uscita dalla Costa Rica (USD 29) qualora non compresa nel biglietto aereo. Mance, spese personali ed eventuali attività facoltative, acquistabili sia dall’Italia che sul posto con un minimo preavviso (ex: ingresso alle Spa a La Fortuna o rafting, snorkeling, wind surf etc.come da idee segnalate in itinerario).
Interessati a prolungare il soggiorno in Sud America? Invece di tornare in Italia con il vostro accompagnatore, potrete fermarvi con uno scalo a Panama: chiedici una quotazione!
Documenti: è necessario il passaporto con una validità residua di almeno 90 giorni dal momento dell’ingresso nel Paese, ma non servono visti. Salute: le strutture sanitarie in Costa Rica sono discrete e non si evidenziano vaccinazioni obbligatorie. In ogni caso,  prendete visione delle raccomandazioni della Farnesina per prevenire le malattie trasmissibili attraverso le zanzare, visto che si sono registrati casi di Dengue negli ultimi anni. Altra raccomandazione: preparatevi a bere acqua in bottiglia, onde evitare spiacevoli inconvenienti. Clima: la Costa Rica ha un clima equatoriale, quindi caldo tutto l’anno (20-30 gradi) e con l’acqua del mare sempre caldissima (anche 28 gradi, persino sulla costa del Pacifico). Le stagioni si alternano tra secche e piovose, ma dovete immaginare che la gran parte del Paese è ricoperta dalle foreste pluviali e le piogge sono in realtà sempre presenti. Perciò, portatevi:

  • costume ed eventuali attrezzature per fare il bagno al mare, nei torrenti, alle terme.
  • scarpe da ginnastica per camminare o scarpe da trekking leggero, meglio se anti-acqua.
  • infradito.
  • Vestiti comodi e leggerissimi, ma con alcuni cambi che coprano il corpo, così da evitare le zanzare nelle foreste.
  • un cambio per la montagna (maglione e pantaloni) o da mettersi addosso durante eventuali temporali.
  • impermeabile con cappuccio.
  • crema solare e occhiali da sole.
  • Anti-zanzare.

L’ITINERARIO

GIORNO 1

vista aerea di San JoséSe sceglierete il volo consigliato da Chameleon, con partenza da Milano Linate alle 7:25 e 18 ore di volo (scalo a Londra e Miami), arriveremo tutti insieme al Juan Santamaria International Airport (SJO) intorno alle 18:50 ora locale. Sarà in nostra attesa il transfer che ci condurrà all’Hotel Country Inn, che abbiamo scelto vicino all’aeroporto, perché già in strada per la prima tappa prevista al giorno 2.

Sono sicura che molti vorranno riposare, ma l’hotel dista dalla capitale circa 20 km e nulla vieta, una volta sistemati nelle nostre camere, di prenderci la serata libera per scoprire i vari locali e ristoranti di San José. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, perché qui sono rappresentate tutte le migliori cucine internazionali!

GIORNO 2

San José – Tortuguero

tortugueroIn mattinata, dopo aver fatto abbondante colazione in hotel (compresa nel prezzo), all’orario precedentemente stabilito, partiremo con il nostro van con autista per La Pavona. Durante il tragitto, che durerà circa 3 ore e mezzo, avremo modo di inerpicarci sulla catena montuosa centrale di origine vulcanica e attraverseremo il Parco Nazionale Braulio Carrillo: apprezzeremo le belle cascate e la foresta color verde smeraldo, prima di raggiungere il porticciolo di La Pavona. Da lì, dovremo lasciare il mezzo su ruote, per imbarcarci alla volta del Parco Nazionale del Tortuguero in un percorso di circa 2 ore attraverso un dedalo di canali coperto dalla foresta pluviale.
Il Parco del Tortuguero è infatti irraggiungibile con l’auto ed è situato nelle pianure del nord dei Caraibi: è uno dei più incredibili parchi nazionali di tutta la Costa Rica, formato da grandi foreste tropicali con lussureggiante vegetazione e una dirompente fauna selvatica. tortuguero canales
La barca attraccherà al villaggio di Tortuguero, dove potremo osservare lo stile di vita della popolazione locale e conoscere gli importanti sforzi sviluppati da alcune ONG, per la conservazione e la protezione delle tartarughe marine che qui vengono a nidificare ogni anno lungo i ventidue chilometri di costa protetta.

Nota: La barca per Tortuguero salpa dal porticciolo de La Pavona alle 13,00 ed il  costo passaggio barca per Tortuguero è di 1.600 colones, circa 2,30 Euro a tratta per persona (non compreso nel prezzo di viaggio).

Sistemazione in lodge in camera doppia con colazione compresa nel prezzo.

GIORNO 3

Permanenza a Tortuguero

tortuguero3Cosa volete fare? Nulla vieta di rimanere in paese, che è una vera e propria Venezia tropicale, un esempio architettonico e gastronomico di ciò era la Costa Rica prima dell’industrializzazione. In città, c’è anche il museo delle tartarughe, che costa solo 1 Euro di ingresso. A costo zero, si possono fare anche lunghe passeggiate sulla bellissima spiaggia, dove però è meglio non fare il bagno, poiché la riserva naturale pullula di squali e barracuda! (Non preoccupatevi, ci sarà modo di tuffarsi in acque cristalline durante tutto il resto della vacanza).

 

Ma ci sono anche varie opzioni che non ho incluso nel prezzo di viaggio, tutte comprese fra i 15 ed i 50 Euro, che potremo scegliere di prenotare, anche in gruppi separati:

1. All’alba, alle sei, una fantastica escursione porta a visitare in barca i canali secondari, per assistere al risveglio della foresta e dei suoi innumerevoli abitanti. Dal natante si possono osservare diverse specie di mammiferi, uccelli e rettili che, con l’aumentare della temperatura, tornano a nascondersi dove le piante sono più fitte.
2. Tortuguero offre un contatto diretto con Madre Natura e gran parte del parco nazionale si estende lungo spiagge incontaminate, che fungono da rifugio per la nidificazione delle tartarughe marine. Questo evento comincia proprio nel mese di luglio!
3. Un giro a piedi, anche in pieno giorno dentro il Parco Nazionale, con una piccola quota di ingresso. Si consiglia il mattino prestissimo, ma va bene qualsiasi momento della giornata. Di sicuro, però, avrete meno possibilità di vedere tucani, scimmie, pappagalli, giaguari e alligatori.

GIORNO 4

Tortuguero – La Fortuna

La FortunaPartenza alle 9,00 o alle 11,00 per raggiungere da Tortuguero il porto di La Pavona, sempre via barca attraverso la foresta pluviale (2 ore).

Da La Pavona, recuperato il nostro van, ci muoveremo verso il Nord-Ovest del paese, direzione La Fortuna.

La maggior parte del percorso terrestre, di circa 3 ore e mezzo, sarà caratterizzato dalla presenza di vaste pianure coltivate, poi, mano a mano che ci avvicineremo a La Fortuna, il panorama si farà più selvaggio e avvisteremo il vucano Arenal, che domina la città.

La storia di La Fortuna è intimamente collegata con il vulcano Arenal. Quando il vulcano esplose violentemente nel 1968, i villaggi circostanti rimasero sotto la cenere. Da questa tragedia, nacque La Fortuna. Oggi la cittadina dispone di numerosi ottimi servizi: rafting, rappelling, escursioni a piedi, canopy, esplorazioni di grotte e acque termali.

Per questo primo giorno,  possiamo limitarci al check-in al Downtown Inn, dove è sempre compresa la colazione.

In ogni caso, se cascata la fortunariuscissimo a prendere la barca delle 9 da Tortuguero e arrivare quindi a La Fortuna per pranzo, nulla ci vieta, dopo aver appoggiato i bagagli in albergo, di dirigersi subito ad alcune cascate balneabili, che si trovano a 10 minuti in taxi (non prenderei il van, così che ognuno possa partire dall’albergo quando vuole).

Una volta arrivati, si paga un piccolo biglietto e si scende in mezzo alla foresta per 15 minuti. In fondo, c’è una altissima cascata dove trascorrere un po’ di tempo e chi vuole può anche nuotare. La risalita è abbastanza impegnativa, ma credo ne valga la pena.

GIORNO 5

rio celesteAttività a La Fortuna

Per questo giorno, ho deciso di non includere alcun costo nel prezzo di viaggio, poiché La Fortuna ospita una serie di opportunità sia gratuite che a pagamento (con prezzi compresi tra 14 e 100 Euro), che potremo svolgere anche in gruppi separati. Ve ne elenco alcune.

Nota: Le prenotazioni andrebbero effettuate prima della partenza per garantire un miglior trattamento economico, ma potremo anche decidere due o tre giorni prima del nostro arrivo a La Fortuna, quando saremo già in Costa Rica.

 

Escursione al Rio Celeste (Bijagua): Questa escursione prevede un trasferimento di due ore per arrivare a Bijagua e per il quale dovremo prendere il van. La cittadina si trova nel nord della Costa Rica, sorge nell’entroterra, incuneata tra le province di Guanacaste e Alajuela. I ripidi pendii del vulcano Miravalles e del vulcano Tenorio, offrono uno sfondo molto suggestivo. Le foreste di Bijagua sono verdeggianti tutto l’anno grazie alla pioggia che ricevono. Assicurati perciò di mettere un impermeabile leggero.
Immerso in una valle rigogliosa tra due vulcani dormienti, Bijagua è poco più di un villaggio. Deve la sua fama per essere la porta della vicina Cascata del Rio Celeste, una meraviglia naturale da vedere una volta nella vita. L’improvviso cambio di colore del fiume sembra dovuto a pura magia e inspiegabile a prima vista, quasi surreale. La prima sezione del percorso fino alla cascata è il più facile, dura trenta minuti. Il secondo tratto del sentiero è più difficile. Porta alla confluenza delle acque trasparenti di due fiumi, che si trasformano in azzurro elettrico alla confluenza. Consigliate scarpe da trekking o da ginnastica. Apertura del parco, ore 08:00. (Costo dell’entrata circa 14 Euro).

vulcano Breve trek sui sentieri del vulcano, con guida: È possibile partecipare a questo facile trek sia al mattino che al pomeriggio. Raggiungeremo un punto di osservazione ottimale del vulcano e una guida locale ci fornirà la storia della tragedia del ’68, che solo una persona della zona conosce. Questa passeggiata di due ore attraverso la foresta pluviale ci porterà a seguire i percorsi formati dalla lava solidificata, prodotta dall’eruzione del 1992 e a conoscere la geologia, la flora e la fauna tipica delle falde del vulcano Arenal.

baldi-hot-springsSorgenti termali di Baldi (Baldi Hot Springs)
Situate in mezzo alla foresta pluviale, vicino alla base del vulcano Arenal, le Baldi Hot Springs sono un posto fantastico per rilassarsi. Baldi è stata una delle prime località balneari della regione di Arenal. A pagamento, poiché le sorgenti sono inserite all’interno di un lussuoso resort, potrete immergervi, per tutta la giornata (orario 10am – 22pm), in cinque sorgenti diverse. Le temperature all’interno delle molle variano da 50 ° C a 25 ° C. Un fiume termale scorre lungo tutto il resort, formando alcune piccole cascate Oltre alle sorgenti calde, disporrete di una spa che offre diversi trattamenti. Il biglietto d’entrata comprende, a vostra scelta, il pranzo o la cena a buffet. Sottolineiamo che stabilimenti termali ve ne sono un po’ dappertutto, potrete anche bagnarvi direttamente nel fiume che attraversa La Fortuna senza alcun costo.

Rafting o Canopy
Vicino a Arenal, i tre principali fiumi sono il Toro, il Balsa e il Peñas Blancas. Ogni fiume si rivolge a uno stile diverso: alcuni sono piacevoli “safari galleggianti”, mentre altri si immergono attraverso rapide di Classe III e IV. Le guide accompagnano ogni viaggio e assicurano che i turisti siano dotati delle attrezzature adeguate e delle conoscenze sul rafting. La maggior parte delle escursioni comprende il trasporto e il pranzo.
Il canopy o Zip Line nell’area del vulcano Arenal è una delle attività più attraenti ed eccitanti che potete fare. C’è una zip line composta da 13 cavi e 15 piattaforme con altezza media di 25 metri, che si può fare con guida professionista a soli 3,5 chilometri dal centro città e che attraversa varie aree della foresta, sia sotto che sopra i rami. Chiedetemi di quotare queste escursioni prima di partire, così che possiate trovare un prezzo migliore e la vostra aventura già programmata al nostro arrivo.

GIORNO 6

La Fortuna: escursione a La Tigra (compresa nel prezzo totale di viaggio)

ranaDopo una mattinata libera per tutti, nella quale potremo comunque prenotare qualche breve attività come il trek del vulcano, come descritto al giorno 5, verremo accompagnati da un nostro partner locale in una piccola città chiamata La Tigra, distante circa 40 minuti dalla città. In questo luogo sperduto, ci attende il Signor Otto. Non scherzo. Otto è un paesaggista che ha dedicato la sua vita alla conservazione e allo sviluppo dell’ambiente. Quest’uomo possiede un’enorme proprietà con un’abbondante foresta secondaria: nei suoi “giardini” vivono molte specie di anfibi, rettili, mammiferi e uccelli, che possono essere apprezzati specialmente la notte o al crepuscolo. Per questo, nel tardo pomeriggio, ci metteremo in cammino per circa 2 ore tra sentieri facilmente accessibili attraverso questo paradiso terrestre, dove Otto ci indicherà tantissimi animali selvatici. Alla fine del tour, ci aspetta una deliziosa cena cucinata in una tipica stufa a legna con prodotti senza agenti chimici. (tutto il tour dei giardini di Otto e la cena sono già compresi nel prezzo di viaggio).

GIORNO 7

La Fortuna – Manuel Antonio

manuel antonio 2Oggi è in programma il trasferimento da La Fortuna alla marina Manuel Antonio: la raggiungeremo in circa quattro ore, prima con Autostrada, poi con la statale Costanera. Durante il percorso, non dimentichiamoci di fermarsi lungo il ponte di Tarcoles, affacciandoci dal quale potremo osservare decine di coccodrilli sulle sponde e nel letto del fiume.
Arriveremo a Manuel Antonio e sarà il nostro paradiso in terra per i successivi 4 giorni: spiagge balneabili bianchissime, acqua cristallina ai piedi di montagne ricoperte di foreste lussureggianti, la natura raggiunge la perfezione a Manuel Antonio.
Per questo stop prolungato, ci sistemeremo al Loma Linda House, in un complesso di camere indipendenti dotate di bagno privato e cucina condivisa da due camere. Avendo la cucina, faremo senza colazione compresa nel prezzo. Nel pomeriggio del nostro arrivo, avremo tutto il tempo per fare compere, in maniera indipendente o in gruppo, di tutto il necessario per prepararci i pasti in cucina: frutta tropicale per la colazione, ma anche primi e secondi locali.

GIORNO 8

Manuel Antonio

manuel antonio 2 Siamo a Manuel Antonio e ci godremo il mare al meglio, accedendovi attraverso il Parco Naturale omonimo (14 Euro circa di ingresso, non compresi nel prezzo di viaggio).

Il parco Nazionale Manuel Antonio è ricco di flora e fauna, possiede bellissime spiagge di sabbia bianca, un vero paradiso tropicale. Troveremo procioni e scimmie, tucani e farfalle. Portate con voi da bere e qualche snack, che potremo prepararci in casa la sera precedente. Il percorso è di 4 km, agevole e adatto a tutti. Dobbiamo arrivare per l’orario d’entrata alle ore 8 per evitare le limitazioni al numero di visitatori e goderci l’intera giornata di mare lungo le sue numerose spiagge.

 

GIORNO 9

Manuel Antonio in libertà

Per questo terzo giorno a Manuel Antonio, vi presento una opzione gratuita e rilassante e altre non comprese nel prezzo di viaggio.

Restare al villaggio: purtroppo o per fortuna è lunedì e il parco naturale di Manuel Antonio è chiuso. Questo significa che il paese rimane tranquillo. In effetti, non siamo in Costa Rica in alta stagione, perciò, non solo grazie al fatto che è lunedì ma anche per questa scelta di viaggio, non godremo dello spettacolo poco edificante ma molto folkloristico delle orde che si riversano nel villaggio alle porte di uno dei parchi naturali più belli al mondo. Potremo però usufruire della spiaggia del paese, con le sue acque calme e spiaggia bianchissima, nonché con i suoi baretti dove bersi un cocktail. Ci sono però delle compagne di relax: le scimmie arrivano puntuali dalle foreste dell’interno e cercano di fare amicizia per scroccarvi del cibo: non date loro assolutamente nulla!

Fare attività sportive: Mentre io me ne starò in spiaggia, per chi fosse interessato ad altri percorsi, a Manuel Antonio esiste una serie impressionante di one day tour, ce ne sono per tutti i gusti. Potete optare per un misto di divertimento e adrenalina, con la zip line El Avatar presso l’hotel Costa Verde Lodge. Oppure, se siete ancora più avventurosi, potrete scegliere la discesa in rafting del Rio Savegre. Chiedetemi la prenotazione con anticipo!

GIORNO 10

Ancora un ultimo tuffo nelle acque del Parco Naturale di Manuel Antonio OPPURE….

E’ martedì, il parco sarà di nuovo aperto e potremmo farci un altro salto, per godere delle sue spiagge meravigliose che forse alcuni di noi non vedranno mai più. Resta sempre la possibilità dello sport o del restare in paese, come descritto al giorno 9 dell’itinerario. Ma la proposta migliore che vi faccio è sicuramente questa:

Sapori locali e lezioni di cucina.

Grazie ad un partner locale, potremo diventare cuochi per un giorno, usando  ingredienti biologici e a km zero.
Prima tappa al mercato dei contadini locali a Quepos, dove avramo l’opportunità di curiosare tra gli stand e scegliere gli ingredienti per il  pranzo con l’assistenza della guida locale, a seconda del menu pensato per noi. Proseguiremo alla volta della piccola cittadina di Londres, nella fattoria del nostro partner. Verremo accolti e guidati all’orto biologico per scegliere alcuni ingredienti per il pasto. A questo punto si passa alla preparazione guidata da esperti cuochi locali. Sperimenteremo il processo di produzione di tortillas di mais a mano, esotici “ceviches” con ‘platano’ e pesce crudo, riso cotto alla vecchia maniera, pollo in salsa di pomodoro, “picadillos” (carni tritate con verdure e spezie combinati) e altro ancora. Una volta seduti per pranzare, il nostro appetito sarà saziato come sarà saziata la curiosità per i sapori locali della Costa Rica!

Prezzo non compreso nel prezzo di viaggio: 85 Euro compreso trasporto, visita al mercato e pranzo.

GIORNO 11

Verso l’ombelico della vita: direzione Baia di Drake

bahia drakeLasceremo i nostri alloggi a Manuel Antonio di buon mattino e proseguiremo verso Sud, per raggiungere il piccolo paesino di Sierpe, da dove partono le barche che raggiungono Bahia Drake, ultima e più estrema sede del nostro soggiorno.

Sarebbe opportuno essere a Sierpe in tempo per prendere la barca delle 11:00. In effetti, solo attraverso l’acqua, anche questa volta raggiungeremo la porta d’entrata per Bahia Drake e il Parco Nazionale del Corcovado. Su una lancia discenderemo, per oltre un’ora, il corso del Rio Sierpe, caratterizzato da una fitta foresta di mangrovie, finita la quale ci aspetta anche una parte di navigazione in mare aperto.
Il Sud del Pacifico della Costa Rica è chiamato “L’ultima frontiera” o “l’ombelico della vita” ed è stato definito dal National Geographic come “il luogo con la più alta biodiversità dell’intero pianeta.” Gli archeologi ed etnobotanici non sono ancora riusciti a svelare il misterioso passato di questa regione. Il soggiorno in questa zona, ci permetterà di avere un contatto più profondo con la natura, in particolar modo per chi cerca l’unicità (pensate che molti TO hanno rifiutato questa tappa che chiedevo, mentre, grazie al nostro contatto in Costa Rica, ho trovato un abitante del posto che ci aspetterà all’attracco e ci condurrà alle sue “cabinas”, dove soggiorneremo). Il nostro uomo è disponibile per preparare una grigliata di pesce al nostro arrivo (non compresa nel prezzo di viaggio). Che ne dite? Io approfitterei e prenoterei per tempo!

Nota: Costo passaggio barca per Bahia Drake circa 18,50 Euro a tratta p.p. non compresi nel prezzo di viaggio.

GIORNO 12

Whalewatching e pic-nic sulla spiaggia deserta (compreso nel prezzo totale di viaggio)

balenotteraDulcis in fundo! Dovete sapere che tutto questo itinerario è stato costruito per un solo scopo: permetterci di vedere le balene! In effetti, ogni anno, due volte l’anno e proprio in questo periodo, a Bahia Drake si assiste all’arrivo delle Balene Megattere (Megaptera novaeangliae). Il viaggio di queste balene, detta migrazione antartica, è considerato la più lunga migrazione di mammiferi marini sulla terra. Infatti, percorrono distanze che possono arrivare fino a 9.000 chilometri.
L’arrivo delle megattere nelle calde acque del parco marino coincide con la nascita dei piccoli balenotteri. Qui sarà portato a termine anche il loro svezzamento, che dura 3-4 mesi. Poi, adempiuti i compiti, le ‘mamme balena’ se ne tornano alle loro zone di provenienza, portandosi appresso i cuccioli.
Il nostro tour inizierà alle 8 del mattino. Il proprietario delle Cabinas dove alloggeremo sarà anche il nostro capitano, che ci porterà nella mattinata alla ricerca di questi enormi mammiferi marini. Faremo poi una sosta per un pic-nic a Playa San Josefito, la più bella zona, dove magari ci tufferemo anche in acqua.
Alla sera, non essendoci proprio nulla nella zona, direi di optare di nuovo per una bella grigliata di pesce, pescato sul momento!

GIORNO 13

Bahia Drake – San José

Il mattino presto, alle 7, riprenderemo la barca che ci condurrà a Sierpe, per poi recuperare il nostro van e rientrare verso la capitale. Il tragitto richiederà in totale 5 ore e mezza, perciò contiamo di fare check-in per l’ora di pranzo in città. A differenza del nostro Hotel dell’andata, al ritorno a San José abbiamo previsto un albergo nel centro.

Approfittiamone per passare il pomeriggio a San José, visto che all’andata non c’è stato molto tempo ed il rischio di perdere il volo ci costringe a rientrare da Bahia Drake con un certo anticipo.

Fondata nel 1737, San José è oggi una grande città in espansione ed è considerata una delle città più cosmopolite dell’America Latina, con un certo tocco nordamericano. Visitate a piacere la città. I monumenti più interessanti sono il Teatro Nacional, El Castillo, la Catedral, l’allegro mercato Central, dove potrete degustare un pranzo tipico e i musei de Oro e de Jade. Il museo Nacional contiene all’interno un’interessante mariposario (recinto con farfalle) e nei pressi un mercato di artigianato per i vostri souvenir. Sono tutti ubicati nel centro di San José tra l’Avenida Central e l’Avenida Seconda. Personalmente, mi dedicherò alla ricerca di dischi  in vinile di reggae, cumbia e calypso! La sera, San José offre numerosi ristoranti ed una vita notturna davvero scintillante: toda vida!

 

GIORNO 14

Rientro in Italia

Transfer all’SJO international airport con van privato e autista.

Se sceglierete il volo proposto da Chameleon, partenza alle 10:38 ora locale, durata del viaggio 14 ore e mezzo, con uno scalo a Miami e arrivo a Milano Malpensa (diversamente dalla partenza) alle 09:10 ora italiana del giorno successivo.

Se desiderate una estensione su Panama o su Miami al rientro, basta chiedere.

 

 

VEDI LA MAPPA DELL'ITINERARIO

Chi e’ il coordinatore di questo viaggio?

Elena Annibali

Elena Annibali

Travel Designer e Coordinatrice

Ho viaggiato in lungo e in largo per il globo terracqueo, ma il Costa Rica non l’ho mai visto. Parlo spagnolo, ma ho anche dei fidati amici di origine italiana nel paese, che mi hanno aiutato a costruire questo itinerario nel dettaglio e che ci assisteranno h24. Sembra che per gli Italiani questo gioiello a cavallo tra due oceani sia buono solo per i resort di lusso ed i viaggi di nozze. Io, che non amo né il turismo di massa né l’idea di avere un forte impatto ambientale nei paesi dove viaggio, ve lo propongo in bassa stagione e con una serie di chicche naturalistiche e gastronomiche forniteci da piccoli operatori del Costa Rica. Date un’occhiata all’itinerario: rimarrete senza fiato!

Info e prenotazioni

Scrivi a info@chameleonviaggiatore.com - telefona al 339 634 1804 - Contattaci subito attraverso il form qui sotto, senza impegnativa:

Consenso al trattamento dei dati

7 + 14 =

Altre suggestioni

Alle radici del sapore: tour del whisky scozzese

A partire da: 1200 Euro

Durata:  6 giorni / 5 notti

Partenze ogni giovedì a partire da Aprile 2019

La cucina del mondo: imparare, ridere, mangiare.

C’è chi torna a casa con statuette, chi con calamite, con noi tornerete a casa con il souvenir perfetto: ricette. Scegliete la destinazione e al resto pensiamo noi.

Giordania capodanno

A partire da: 1090 Euro

Durata: 10 giorni / 9 notti

Partenza: 27 Dicembre 2018

In Louisiana non si mangiano Hamburgers: 5 piatti regionali USA.

Hamburger? Cheesburger? Pollo fritto? Torta di mele? Spaghetti con le polpette? Più del 30% degli americani definirebbe la propria cucina come “regionale”. E allora, secondo lo spirito Chameleon, scopriamone una delle più iconiche in Louisiana, terra dei gamberi.

Sport e avventura tra Bolivia e Cile

A partire da: 2240 Euro

Durata: 18 giorni / 17 notti

Prossima partenza: 15 luglio 2019 da Roma

trekking sul cammino materano settembre 2019

470 Euro volo incluso

Durata: 5 giorni / 4 notti

Date: dal 18 al 22 settembre 2019 da Pisa

Cile e Argentina: tra Patagonia e Terra del Fuoco.

A partire da: 2180 Euro 

Durata: 9 giorni / 8 notti

Prossima partenza: 29 Novembre 2019  

viaggio fotografico transilvania pasqua 25 aprile

A partire da: 695 Euro volo incluso

Durata:  4 giorni / 4 notti

Date: dal 25 al 29 aprile 2019

Weekend a Istanbul con i piccoli

A partire da: 260 Euro a famiglia (2 adulti + 1 bambino)

Durata: 4 giorni / 3 notti

Prossima partenza: 14 Marzo 2019 da Roma.

viaggio a Chenobyl con guida

Prezzo: 649 Euro Agosto / 539 Euro Settembre

Durata: 4 giorni / 3 notti

Date: 22 – 25 Agosto / 12 – 15 settembre 2019

Brasile delle meraviglie: foresta amazzonica, rio de janeiro, cascate di iguazu

Prezzo: 2649 Euro

Supplemento singola: 650 Euro

Durata: 12 giorni / 11 notti + 2 di volo

Date: dal 17 al 30 agosto 2019 

Weekend lungo a Riga con visita al bunker sovietico

Prezzo: 334 Euro

Durata: 4 giorni / 3 notti

Date: dal 9 al 12 maggio e dal 1 al 4 giugno 2019

Partenze personalizzabili per gruppi 6+