Tra ghiaccio e fuoco: Trekking alla scoperta dell’Islanda

Viaggio Avventura

A partire da: 620 Euro 

Durata:  8 giorni / 7 notti

Partenze: 30 giugno e 9 agosto 2019

Tra ghiaccio e fuoco: Trekking alla scoperta dell’Islanda

Viaggio Avventura

A partire da: 620 Euro 

Durata:  8 giorni / 7 notti

Partenza: 30 giugno e 9 agosto 2019

livello di difficoltà

specifiche

Percorso di difficoltà intermedia. Dislivelli e percorso a tratti montuoso. Pernottamenti in tenda in campeggio libero con possibili upgrade, quando disponibili, a cabine. Possibilità di utilizzo delle cabine per mangiare e fare la doccia. Clima variabile e freddo, possibili piogge. 
Se avete voglia di natura incontrastata e paesaggi unici, questo trail fa per voi. Attraversare l’Islanda del sud, da Skogafoss a Landmannalaugar, è come camminare in un altro mondo, tra posti che sembrano infernali e gentili praterie affiancate da maestose cascate. Si inizia il percorso sopra ad un ghiacciaio millenario, per ritrovarsi in un deserto di lava e poi tra sbuffi di vapore. Il percorso non presenta particolari difficoltà o dislivelli, ma è comunque consigliabile una buona preparazione per le lunghe camminate e un adeguato abbigliamento tecnico per far fronte alle variazioni meteorologiche molto frequenti. Si prevede di cucinare i pasti con fornelletti o nei rifugi e di dormire con tenda propria.

Venite con noi a visitare uno dei posti più spettacolari della terra, reso ancora più stupefacente dall’eruzione del vulcano Eyjafjallajökull (famosa per aver messo in ginocchio il traffico aereo di tutta Europa qualche anno fa) con l’aiuto di una guida esperta escursionistica.

Guida escursionistica ambientale che vi accompagnerà dall’Italia

2 notti a Reykjavik in albergo

Autobus turistico per Skogar

Autobus turistico da Landmannalaugar

1 notte in campeggio a pagamento

Assicurazione medico-bagaglio

Pasti e spesa al supermercato

Volo internazionale Italia-Islanda

Transfer da e per aeroporto

L’equipaggiamento

Tutto ciò che non è segnalato nella “quota comprende”

Prima o dopo di iniziare la vostra avventura vi consigliamo di fermarvi per qualche giorno a Reykjavik e scegliere uno o due dei nostri tour opzionali. L’Islanda  un paese magnifico e vi consigliamo caldamente di continuare a conoscerlo quando siete ancora in zona. 
Come per ogni trekking si consiglia di ottimizzare gli spazi e il peso di ogni zaino facendolo pesare non più di 15 kg. Preparate uno zaino che contenga: – Giacca a vento e waterproof con cappuccio – Scarpe da trekking waterproof – maglioni o pile – T-shirt – Pantaloni lunghi (NO JEANS e meglio se di tessuto tecnico anti-acqua) – Ricambi intimi – Calze tecniche – Cappello / bandana / fascia tubolare – 2 Borracce da 1 litro – Tazza – Asciugamano – Ciabatte / sandali – Beauty personale – Torcia o frontalino – Coltellino – Sacco a pelo che resista fino a -5° – Nastro speciale per riparazioni tende – Bruciatore fornelletto (le bombole si trovano in Islanda) – Scarpe da trekking o scarponi da montagna – Tenda per 1/2 persone, cuscino e materassino. PER I PASTI: Sarà necessario fornirsi di gavette di metallo, fornelletti da campo e cibo liofilizzato (risotti/zuppe/pasta).

L’ITINERARIO

GIORNO 1
Reykjavík

Ci incontreremo a Reykjavík dove faremo il punto della partenza del nostro tour organizzato. Se arrivate direttamente dall’Italia, la vostra guida vi aiuterà a fare il check in, se invece siete già in città e avete già fatto un giro, concorderemo un luogo dove incontrarci.

GIORNO 2
Skogafoss – Fimmvorouhàls

In mattinata presto (l’autobus parte alle 7) lasceremo il confort della città per immergerci nella stupenda natura islandese. Partiremo la mattina presto con un bus di linea che ci porterà da Reykjavík fino alla località di Skogar, punto di partenza del trail (viaggio di circa 4 ore, arriveremo per le 11).

Arrivati, si comincerà a camminare salendo accanto alla cascata Skogafoss per giungere alla sommità dove poter godere del panorama sul mare, per poi scendere lentamente nella grande vallata che si presenterà davanti a noi. In totale si superano 25 salti d’acqua, alcuni modesti, altri delle vere e proprie cascate. Passeremo in mezzo al ghiacciaio Eyjafjallajökull a sinistra (quello dell’eruzione vulcanica del 2010) e al ghiacciaio Mýrdalsjökull a destra, fino a giungere al passo Fimmvorouhàls dove passeremo la notte nei pressi del bivacco Baldvinskali.

Totale percorso 13 km.

GIORNO 3
Fimmvorouhàls – Porsmòrk

Questa è per certo la giornata più interessante del nostro trekking in Islanda, perché si attraversa la zona vulcanica dell’eruzione del 2010. Dopo aver oltrepassato il passo Fimmvorouhàls, il sentiero continua in salita e il terreno è nero lava e si è praticamente a poche centinaia di metri dal vulcano Eyjafjallajökull e ai suoi crateri vulcanici. Nel percorso ci imbatteremo anche nella spettacolare colata del 2010, tra la nebbia ed il fumo. E’ sicuramente un’esperienza che vale tutto il viaggio: si giungerà alla Heljarkambur, letteralmente la Cresta del Diavolo, dove le rocce e il terreno sono caldi ed in alcuni punti si vedono persino crepacci con il magma. Superato questo tratto si arriverà ad una ampia vallata verde smeraldo per poi giungere al campeggio dove si passerà la notte. La piazzola è compresa nel prezzo ma la doccia è a parte e costa 500 corone islandesi, circa 3.5 euro.

Totale percorso: 17 km.

GIORNO 4
Porsmòrk – Emstrur

Questa sarà la tappa più difficoltosa dell’intero percorso. Si prevede un percorso di salite e discese e, in caso di maltempo, le tempistiche si potrebbero allungare. Lasciando alle spalle il rifugio Porsmòrk, dopo aver attraversato un piccolo bosco, si giunge ad un torrente senza ponte che bisognerà guadare. La corrente è piuttosto forte e l’acqua può arrivare anche fino al ginocchio. Dopo aver superato questa importante prova di avventura, si continua lungo una valle di rocce e terreno vulcanico nero passando per altri fiumi (questa volta superabili agilmente) e canyon scavati dall’acqua fino a giungere al rifugio Emstrur dove si potrà campeggiare (campeggio libero).

Totale percorso: 17 km.

GIORNO 5
Emstrur – Alftavatn

Si inizia il sentiero con una salita di circa un’ora che ci condurrà ad un altopiano. La fatica della salita sarà immediatamente ripagata dallo spettacolo che avrete davanti: un deserto di sabbia nera, nerissima. Da qui in poi la camminata è pressoché pianeggiante, piacevole e assolutamente suggestiva. Mentre noi camminiamo nel nero, potremmo ammirare da lontano l’incredibile vulcano Maelifell completamente ricoperto da una vegetazione verdissima. Finita la distesa vulcanica, passiamo in un’area verde con la presenza di fiori, fino ad arrivare al lago Alftavatn con le sue sponde fiabesche. Il posto è talmente bello che ci fermeremo a campeggiare qui sulle rive dei ruscelli (campeggio libero).

Totale percorso: 16 km.

GIORNO 6
Alftavatn – Hrafntinnusker

Oggi si parte per la tratta più corta del viaggio ma non una da prendere sottogamba. Il percorso continua infatti in salita, con alcuni tratti piuttosto pendenti, fino ad arrivare alla sommità del monte da dove si può ammirare tutta la strada percorsa fino ad ora dai ghiacciai di Eyjafjallajökull e Mýrdalsjökull al lago dove abbiamo dormito ieri. Il paesaggio che si vedrà sarà molto vario, si inizierà dalle verdi praterie e qualche fiore qua e là, fino a giungere a un terreno di colore giallo per via dello zolfo e qualche banco di nebbia, che poi è fumo causato dall’attività geotermica. Sarà una scena da discesa all’inferno e giustifica senza dubbio l’oretta di salita. Attraversando ancora qualche tratto di terreno di sabbia nera vulcanica, si arriverà fino al rifugio Hrafntinnusker. Qui le temperature sono spesso poco favorevoli ma gli islandesi sono gente preparata e hanno creato ripari a ferro di cavallo dietro i quali si possono sistemare le tende. Facciamo sapere a tutti che bisogna fare particolare attenzione al terreno e a non danneggiare la tenda con le schegge di lava appuntite.

Totale percorso: 10.5 km.

GIORNO 7
Hrafntinnusker – Landmannalaugar

Eccoci alla fine del nostro trekking: ultima tappa! Si prosegue il sentiero immergendosi subito in un paesaggio infernale costituito di sabbia nera vulcanica, zolfo, geyser e fumi magmatici. Questa volta la strada è leggermente in discesa quindi possiamo semplicemente goderci la passeggiata. Nella strada si incontrerà un muro di lava alto 20 metri e lungo un centinaio, superato questo, si cambia ancora paesaggio trovando verdi praterie e qualche piccola pozza termale.

Il trek finisce al campo base di Landmannalaugar dove ci potrà concedersi un bagno termale caldo per riprendersi dalla lunga camminata. Qui possiamo trovare un rifugio, un edificio di servizio e un piccolo spaccio alimentare e un bar ricavati in vecchi scuolabus. Alle 18 abbiamo il nostro autobus di ritorno che ci porterà alla capitale per le 21.40 circa. Andremo al hotel dove ci faremo finalmente una dormita tra lenzuola e coperte, bello camminare ma anche una dormita come si deve non ci farà male.

Totale percorso: 12 km.

GIORNO 8
Oggi è il tempo dei saluti. Ognuno di voi potrà decidere se fermarsi e fare dei tour opzionali da Reykjavik oppure procedere per il volo di ritorno.
VEDI LA MAPPA DELL'ITINERARIO

ESTENSIONI DI VIAGGIO

Non solo trekking! Dai un’occhiata a queste suggestioni per aggiungere qualche giorno in Islanda, prima o dopo il tuo trek con Fabio! Abbiamo selezionato 3 idee, tutte con partenza da Reykjavik, ma non esitare a chiederne altre.
Whale-Watching
Il nostro tour per l’avvistamento delle balene parte dal porto vecchio di Reykjavik granzie ad un partner locale. Vi imbarcherete in un tipico vascello islandese per salpare alla volta del Faxafloi Bay. Fermatevi un giorno in più in Islanda per andare alla ricerca del mammifero più grande del mondo!
Costo dell’attività: 80 Euro

Durata: 3 ore circa

Lava Tunnel
I tour base per visitare i tunnel creati dalla lava durano un’ora e permettono di visitare il sottosuolo islandese con una guida esperta per soli 45 Euro. Ma abbiamo anche un pacchetto “speleologia”, per continuare alla grande la vostra avventura, trasporto da/per Reykjavik incluso.
Costo dell’attività: 176 Euro

Durata: 6 ore circa

Cerchio d’oro e laguna segreta
Un tour lungo il classico Golden Circle islandese, una strada che attraversa varie location imperdibili come Þingvellir, Gullfoss e Geysir. Fermatevi infine per bagnarvi in una calda piscina naturale. Trasporto, ingresso alla laguna geotermica e asciugamano compresi nel prezzo.
Costo dell’attività: 92 Euro

Durata: 8 ore circa

Chi e’ il coordinatore di questo viaggio?

Fabio Savini

Fabio Savini

Guida Escursionistica

In estate, l’Islanda è un paese luminoso e solare, luce che non se ne va mai, luce nel ghiaccio e nel verde e nel magma.  Questo trek, è uno dei più amati nel paese del ghiaccio e del fuoco, una camminata non difficoltosa, ma che richiede comunque una discreta preparazione, proprio perché, nonostante il sole non se ne vada quasi mai, il tempo è imprevedibile. Ma il rischio che il meteo ti volti le spalle fa parte del gioco, se l’idea di dormire all’aperto in mezzo ad un paesaggio lunare e incontaminato alletta voi tanto quanto me.

Info e prenotazioni

Scrivi a info@chameleonviaggiatore.com - telefona al 339 634 1804 - Contattaci subito attraverso il form qui sotto, senza impegnativa:

Consenso al trattamento dei dati

7 + 3 =

Altre suggestioni

Il cammino dei briganti

Prezzo: 590 Euro tutto incluso

Durata:  6 giorni / 5 notti

Partenza: 20 ottobre 2019 o personalizzata per 6+

Dove va in vacanza un nerd? 7 idee per il turismo scientifico.

Le spiagge sono brulicanti di strutture organiche aggressive e poco stimolanti. Rispondiamo alla domanda che nerds e geeks di tutto il mondo si pongono: dove andare in vacanza?

Giordania capodanno

A partire da: 1090 Euro

Durata: 10 giorni / 9 notti

Partenza: 27 Dicembre 2018

TRA GHIACCIO E FUOCO: Trekking alla scoperta dell’Islanda

A partire da: 620 Euro 

Durata:  8 giorni / 7 notti

Partenze: 30 giugno e 9 agosto 2019

Le Tre Valli: escursione in Valsesia per esperti

A partire da: 395 Euro in giugno e settembre / 495 Euro in luglio e agosto

Durata:  5 giorni / 4 notti

Partenze: ogni giovedì da giugno a settembre

In Louisiana non si mangiano Hamburgers: 5 piatti regionali USA.

Hamburger? Cheesburger? Pollo fritto? Torta di mele? Spaghetti con le polpette? Più del 30% degli americani definirebbe la propria cucina come “regionale”. E allora, secondo lo spirito Chameleon, scopriamone una delle più iconiche in Louisiana, terra dei gamberi.

Brasile del Nord: sport tra mangrovie e dune

A partire da: 1974 Euro

Durata: 12 giorni / 11 notti

Date gruppo Chameleon: 5-17 luglio

Partenze personalizzabili per gruppi +5

Le Tre Valli: escursione in Valsesia per esperti

A partire da: 395 Euro in giugno e settembre / 495 Euro in luglio e agosto

Durata:  5 giorni / 4 notti

Partenze: ogni giovedì da giugno a settembre

Perù Responsabile

Prezzo a persona: 2080€
Supplemento camera singola: 420€
Durata: 14 giorni/13 notti
Partenza: ogni primo sabato del mese da Lima

Alle radici del sapore: tour del whisky scozzese

A partire da: 1200 Euro

Durata:  6 giorni / 5 notti

Partenze ogni giovedì a partire da Aprile 2019

Sciare al circolo polare artico sotto le luci danzanti dell’aurora boreale

Per centinaia di anni l’aurora boreale ha sconvolto, impaurito e deliziato gli essere umani. Noi vi proponiamo cinque ski resorts per ammirare l’aurora e sciare al circolo polare artico.

La via degli Incas

Prezzo: 2700 Euro

Durata: 13 giorni / 12 notti

Date: dal 9 Novembre 2019